DPCM: lo stop alle sagre. Colpiti 34mila operatori

Un grido di dolore lanciato da Coldiretti: questo provvedimento colpisce 34mila operatori, l’indotto degli eventi enogastronomici locali vale 900 milioni di euro.

Da un’ analisi di Coldiretti/Ixè. Gli effetti dello stop  alle sagre e alle fiera di comunità (non quelle di carattere nazionale ) e agli eventi locali del Dpcm di domenica 18 ottobre, ricadranno sulle comunità locali, sui circa 34mila operatori ambulanti nel settore alimentare, e “sugli acquisti degli italiani che sfruttano questi eventi pure per rifornire le proprie dispense di prodotti tipici, con una spesa complessiva annuale stimabile in almeno 900 milioni.”

Basti pensare che il 73% della popolazione ogni anno partecipa ad eventi enogastronomici ( sagre, fiere e mercati di paese) che si tengono in ogni piccola comunità dello stivale, riempiendo le loro dispense con una spesa complessiva annuale quantificabile in circa 900 milioni di euro.

Una spesa procapite di circa 20 euro in acquisti legati “a prodotti tipici dell’enogastronomia locale – sottolinea Coldiretti – che sono molto spesso al centro dei festeggiamenti che si concentrano proprio in autunno, dalle castagne ai funghi fino ai tartufi”.

Scopri come aderire alla nostra azione!

Questo sito web utilizza cookies anche di terze parti per le finalità descritte nella Cookie Policy. Cliccando sul pulsante “Accetta cookie” acconsenti all’utilizzo dei cookie.