Le aziende fallite ed i Tfr da recuperare. Come fare?

Ogni lavoratore ha diritto al proprio Tfr, anche se l’ azienda per cui ha prestato la sua opera è fallita.

Questo diritto viene tutelato dalla stessa Inps, che ha istituito un fondo speciale.
Ma per poter accedere al fondo e procedere con l’ azione per il recupero del Tfr e delle ultime tre mensilità è indispensabile che l’azienda abbia dichiarato fallimento ed il lavoratore sia inserito nella procedura fallimentare.

Per quanto riguarda il credito relativo al TFR vengono corrisposti anche gli interessi di ritardato pagamento decorrenti dal momento della cessazione del rapporto di lavoro oltre alla rivalutazione monetaria; il tutto sino al saldo.

A favore di questo principio, previsto da una direttiva CEE recepita dallo stato italiano con legge 297/82 e per quello che riguarda le ultime tre mensilità con D.Lgs. 80/92, ogni lavoratore, anche dipendente di azienda non dichiarata fallita (quindi anche la COLF e la BADANTE) avrà diritto all’accesso al fondo di garanzia per ottenere il pagamento del TFR e delle ultime tre mensilità.

Il diritto è garantito dalla legge! Non hai bisogno di alcun riconoscimento giudiziale ma devi soltanto accertare, attraverso facili e semplici azioni, l’esatta entità del tuo credito.

Questo sito web utilizza cookies anche di terze parti per le finalità descritte nella Cookie Policy. Cliccando sul pulsante “Accetta cookie” acconsenti all’utilizzo dei cookie.